Dentro il servizio UOMTS

Titolo allarmante, quasi minaccioso.

Questo è il compito, difficile temo, che mi hanno dato e cioè di tentare di spiegare cosa succede all’interno delle stanze in cui lavoriamo.

Credo che occorra, innanzitutto, iniziare dalla sigla che identifica il nostro Servizio: UOMTS.           Esattamente sta per Unità Operativa Malattie a Trasmissione Sessuale. Già, perché di questo ci occupiamo: di fare prevenzione, diagnosi e cura delle Malattie a Trasmissione Sessuale (MTS), patologie infettive molto diffuse che si trasmettono e si diffondono principalmente per contagio diretto in occasione di attività sessuali (per approfondimenti vedi anche www.iss.it › ISS › COA; www.salute4teen.it).

Parto allora da qui e dal fatto che noi stessi  addetti ai lavori siamo consapevoli del fatto che è difficile presentarsi ai nostri ambulatori perché il tema di cui trattiamo e di cui dobbiamo parlare è difficile e tocca la sfera più intima di ciascuno di noi, perché può essere imbarazzante e avere delle implicazioni che si estendono e coinvolgono altre persone oltre a quelle che hanno avuto la necessità o hanno fatto la scelta di venire nel nostro Servizio.

Ho pensato, quindi, che spiegare meglio e con parole semplici cosa aspetta, appunto,  le persone che si presentano da noi è necessario perché, talvolta, i tecnicismi, come per esempio counselling pre e post  test,  non rendono esattamente l’idea di cosa succeda veramente.

È questo, almeno nelle mie intenzioni, il senso di questo articolo.

Fatta la dovuta premessa, entro nel vivo dell’argomento.

Intanto inizio con le presentazioni: il nostro servizio è composto da “un’équipe multidisciplinare” (giusto per non parlare in modo tecnico!!!) e cioè costituita da persone che rivestono ruoli diversi ma che lavorano insieme, integrandosi con le altre, per potenziare l’intervento mirato al raggiungimento dell’obiettivo  prefissato. E questo, secondo noi, è un valore aggiunto.

Il Dr. Fioni, medico specialista in Ematologia e in Malattie Infettive, è il Responsabile del Servizio. Ci sono poi la D.ssa Marconi, specialista in Immunologia, la D.ssa Corsico, specialista in Malattie Infettive (n.d.r. io che scrivo!!!),  due assistenti sanitarie, Carmen Balacchi e Marisa Licini e un’assistente sociale, Sabrina De Mauro. Collaborano con noi, in qualità di consulenti, anche la D.ssa Tiziana Schiavi, psicologa, la D.ssa Federica Mola, dermatologa e la D.ssa Francesca Fei, ginecologa.

Quando una persona giunge nel nostro servizio, può essere perché ha delle necessità ben precise, per esempio presenta dei sintomi, cioè qualcosa che non va o che si è modificata nel proprio stato di salute, o perché si è resa conto di aver necessità o gli è stato consigliato di fare accertamenti in ambito MTS (per esempio perché ha avuto contatti sessuali occasionali non protetti, cioè senza l’utilizzo del preservativo) ma anche solo per fare una “chiacchierata” sul tema, per chiarirsi alcuni dubbi e, perché no, imparare nuove cose.

La maggior parte delle persone che arrivano nei nostri ambulatori chiedono di eseguire il cosiddetto “test dell’HIV”. Il tipo di test che utilizziamo nel nostro Servizio è il cosiddetto  “test di IV generazione” o “COMBO” che consiste in un prelievo di sangue nel quale vengono ricercati anticorpi specifici contro il virus HIV (cioè ciò che il nostro organismo produce contro il virus HIV, qualora l’abbia incontrato)  e un antigene specifico del virus HIV (cioè un pezzettino di virus denominato “p24”).

Forse, però, non tutti sono a conoscenza del fatto che sullo stesso prelievo di sangue è possibile verificare il proprio stato di salute anche rispetto ad altre MTS, come la sifilide e le epatiti virali.                                         

E questo è quello che noi consigliamo di fare, perché, se ci sono state esposizioni a rischio per HIV allora ci sono state anche per le altre MTS, dato che la modalità di trasmissione è analoga.

Per completezza di informazione, occorre dire che esiste anche la possibilità di eseguire il cosiddetto Rapid test  per l’HIV, cioè la ricerca su saliva, attraverso un tampone, solo degli anticorpi rivolti contro HIV. L’opportunità o meno di utilizzare questa metodica viene, però, valutata dai nostri medici a secondo della storia raccontata dall’utente interessato.

Se, invece,  le persone che si rivolgono a noi  presentano sintomi riconducibili ad MTS, vengono direttamente indirizzate ai medici specialisti che provvedono ad eseguire gli accertamenti propri per poter porre una diagnosi corretta e prescrivono la cura specifica. 

Alcune persone, poi, potrebbero aver bisogno di un sostegno per chiarire e chiarirsi alcuni aspetti della propria vita sessuale, di una “relazione d’aiuto” (così si direbbe in termini tecnici) e quindi vengono indirizzate alla psicologa o all’assistente sociale.

Certamente, qualunque sia l’esigenza di coloro che si rivolgono a noi, l’attenzione che poniamo sempre quando accogliamo una persona è quella di disporci in un atteggiamento di ascolto senza nessun giudizio: e anche questa capacità, cha abbiamo affinato con il tempo, l’esperienza  e lo studio, crediamo sia una qualità indispensabile dato il lavoro che svolgiamo e la delicatezza degli argomenti di cui dobbiamo trattare.

Ci piace pensare che chi viene da noi si senta libero di esprimersi con libertà, sia nel raccontare quello che gli sta succedendo, sia potendo comunicare i propri dubbi, senza paura o vergogna, il tutto in un clima di assoluta riservatezza e privacy, altre caratteristiche fondamentali per il nostro servizio.

La nostra opinione è che una sessualità appagante e soddisfacente è un elemento fondamentale della vita di ogni essere umano, e questa idea è parte integrante dello stesso concetto di salute sessuale. Perciò riteniamo che la cura e l’attenzione che tutti devono mettere per tutelare questa sfera sia di fondamentale importanza per il benessere psico-fisico e cioè globale di ciascuna persona.

Per tale motivo crediamo che la gente debba potersi rivolgere a noi in totale tranquillità, se ritiene di averne bisogno, nell’assoluta certezza che troverà operatori in grado di ascoltare, che non daranno alcun giudizio di merito e con i quali potersi confrontare sulle tematiche relative alla sessualità e alle MTS in assoluta libertà.

Questo è il nostro modo di lavorare.

In ultimo, alcune note utili al “consumatore” sono doverose:

  • le nostre sedi sono:
    • Muggiò, via Dante 1
    • Usmate, via Roma 85 (presso Centro Polivalente dell’ASL)
    • Per eseguire visite e prelievi presso il nostro Servizio è necessario prenotare un appuntamento telefonando ai seguenti recapiti: numero verde 800-512103 o 0392717460, o scrivendo al seguente indirizzo e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
    • Non è necessaria impegnativa del medico curante
    • Tutte le prestazioni sono anonime e gratuite